Lifting del seno, gestire al meglio le cicatrici per evitare inestetismi

La mastopessi comporta cicatrici sul seno che, grazie all'esperienza del chirurgo e la corretta gestione, appaiono quasi invisibili ad alcuni mesi dall'intervento.
Close up photo of young sexy brunette touching her body
Dott. Fabio Quercioli

In alcuni casi per effettuare la mastopessi sono necessarie incisioni che lasciano cicatrici visibili sul seno;  il chirurgo con la sua capacità e esperienza è in grado di gestirle al meglio, affinché risultino chiare e sottili, quindi poco visibili, dopo la guarigione. La posizione e l’estensione delle cicatrici dipendono dal tipo di intervento e dalla tecnica impiegata, ma in qualsiasi caso si può fare molto per migliorarne la qualità, tenendo conto anche delle caratteristiche soggettive di ogni paziente e di eventuali problemi di cicatrizzazione.

Tecniche diverse, incisioni diverse

In funzione delle dimensioni e della forma del seno, per ottenere con la mastopessi un risollevamento e rimodellamento efficace delle mammelle è necessario adottare tecniche specifiche, che lasciano cicatrici più o meno estese e visibili:

  • Se il cedimento è minimo e non vi è un eccesso di cute rilassata, il lifting del seno può essere effettuato con una piccola incisione del bordo dell’areola, che lascia una cicatrice praticamente invisibile, in quanto dissimulata dalla differenza di tonalità della pelle.
  • In caso di ptosi media o severa è necessario aggiungere all’ “incisione periareolare” un’ “incisione verticale“, che scende perpendicolarmente verso la piega naturale del seno, o ricorrere all’ “incisione a T rovesciata“, che si estende anche lungo la piega sottomammaria: questo consente di effettuare un rimodellamento più completo della mammella, per tonificare i tessuti e riposizionare il complesso areola capezzolo alla giusta altezza.

Come minimizzare le cicatrici dopo la mastopessi

Il chirurgo plastico estetico dedica un’attenzione meticolosa al perfetto congiungimento dei bordi delle suture, anche attraverso l’impiego di punti interni riassorbibili, ma per favorire una cicatrizzazione ottimale è importante anche che la paziente sappia come gestirle durante il processo di guarigione, che si svolge in diverse fasi e può protrarsi anche fino a un anno.
Nell’immediato post operatorio è indispensabile evitare il fumo e proteggere le incisioni, rialzate lungo i bordi e arrossate, da ogni agente esterno, per evitare il rischio di sanguinamento e infezione, segnalando al chirurgo ogni potenziale problema. Gradualmente le incisioni si appiattiscono e si schiariscono, assumendo una consistenza più naturale, ma questo non significa che i tessuti abbiano recuperato la piena normalità. Fra un controllo e l’altro, è importante evitare l’esposizione al sole, l’esfoliazione, lo strofinamento, lo stiramento dei tessuti operati, che può avvenire anche sollevando un peso.
Oltre ad osservare queste semplici regole, se la paziente ha una tendenza alla cattiva cicatrizzazione il chirurgo effettua controlli più frequenti e consiglia fin dalle prime settimane dopo il lifting del seno ulteriori attenzioni: delicati massaggi ad esempio, per rendere le cicatrici più elastiche riattivando la produzione di collagene, o l’uso di specifici fogli o gel di silicone, che aiutano a superare gli ostacoli e ottimizzare il risultato estetico finale.

 

Per ulteriori approfondimenti, la pagina dedicata alla mastopessi o lifting del seno.

X

    * Dato obbligatorio

     

    Nome e Cognome *

    Indirizzo Email *

    Telefono

    Provincia *

    Messaggio

    "Inviando il presente modulo autorizzo il trattamento dei miei dati personali come da regolamento generale sulla protezione dati e del D.Lgs. 101/2018"

    Preferenze Privacy
    Quando visiti il ​​nostro sito Web, è possibile che vengano archiviate informazioni tramite il browser da servizi specifici, solitamente sotto forma di cookie. Qui puoi modificare le tue preferenze sulla privacy. Tieni presente che il blocco di alcuni tipi di cookie potrebbe influire sulla tua esperienza sul nostro sito Web e sui servizi che offriamo.