3° Corso Aicpe 2017 – Mastoplastiche Additive Secondarie: strategie e tecniche chirurgiche a confronto

Pochi giorni fa sono stato invitato a partecipare a un interessante corso di aggiornamento, organizzato dall’Associazione Italiana Chirurgia Plastica Estetica (AICPE), presso il Presidio Ospedaliero Villa Letizia, a L’Aquila.

Obbiettivo del corso, aggiornare i chirurghi specialisti che effettuano interventi ricostruttivi o estetici sulla mammella, sulle più recenti strategie di approccio chirurgico ai casi più complessi di “mastoplastica secondaria”, ossia i casi in cui si interviene per correggere problematiche insorte dopo un primo intervento.

Insieme a specialisti a livello nazionale, è stato possibile avere un’esperienza diretta su tre casi reali di complicazioni post intervento, che sono stati analizzati con i necessari strumenti diagnostici e corretti grazie alle tecniche più avanzate e le nuove strategie, che offrono vantaggi concreti.
I progressi costanti nelle tecniche con cui si effettua la mastoplastica additiva sono dovuti all’enorme casistica di cui possiamo disporre, dal momento che questo intervento estetico è il più eseguito nel mondo.
Altrettanto possiamo affermare al riguardo ai materiali protesici in silicone: oggi le protesi mammarie vengono vendute in milioni di esemplari all’anno, sia per gli interventi a fini estetici che per quelli ricostruttivi, post chirurgia oncologica.

Rispetto al passato, le protesi mammarie attuali sono caratterizzate da un profilo di sicurezza elevatissimo, e le possibili complicanze a breve e a lungo termine hanno un’incidenza ormai molto ridotta.
Questo con significa che la ricerca della protesi mammaria “ideale” non continui, per migliorare ulteriormente la qualità dei risultati estetici e garantire la massima sicurezza alle pazienti che decidono di operarsi.
Ci sono ormai milioni di donne nel mondo soddisfatte di aver ritrovato maggior serenità e autostima, correggendo l’aspetto del loro seno con la mastoplastica additiva o la mastopessi con impianto di protesi, anche se nell’enorme casistica dobbiamo confrontarci con alcuni effetti indesiderati e complicanze.

L’aggiornamento è importante in ogni settore, ma in special modo nella mia professione di chirurgo plastico è fondamentale il confronto con altri colleghi specialisti e la formazione costante, per stare al passo con i progressi e le innovazioni tecniche che tendono sempre maggiormente alla minore invasività e alla tutela degli aspetti legati alla salute e sicurezza dei pazienti.

X

    * Dato obbligatorio

     

    Nome e Cognome *

    Indirizzo Email *

    Telefono

    Provincia *

    Messaggio

    "Autorizzo il Trattamento dei miei Dati Personali come da Regolamento Generale sulla Protezione Dati e del D.Lgs. 101/2018"

    Privacy Preferences
    When you visit our website, it may store information through your browser from specific services, usually in form of cookies. Here you can change your privacy preferences. Please note that blocking some types of cookies may impact your experience on our website and the services we offer.