Macchie cutanee

Che cosa sono le macchie cutanee?

Le macchie della cute (ipercromie, iperpigmentazioni) sono dovute all’accumulo di melanina, il pigmento più importante della nostra pelle. Si manifestano in modo particolare sulle aree più esposte alla luce solare, come il viso e le mani.

La loro comparsa può essere influenzata da diversi fattori, ad esempio:

• variazioni ormonali tipiche della gravidanza (cloasma gravidico) o assunzione di ormoni (contraccettivi orali o altre terapie)
• assunzione di farmaci fotoattivi o fotosensibilizzanti, compresi alcuni antibiotici, sulfamidici e barbiturici
• malattie epatiche, tiroidee o degenerative come Alzheimer o morbo di Parkinson
• uso locale di sostanze fototossiche, come cosmetici o detergenti alcolici, prima dell’esposizione solare
• esposizione eccessiva al sole o a lampade abbronzanti senza adeguata protezione (in questo caso si formano le lentigo solari, indicatori dell’invecchiamento della pelle).

Quali sono i trattamenti consigliati per eliminare le macchie cutanee?

Le macchie cutanee superficiali, specialmente se compaiono sul volto, rappresentano un serio problema estetico. E’ possibile attenuarle o cancellarle del tutto grazie alle apparecchiature elettromedicali a laser oppure effettuando trattamenti topici ambulatoriali, come i peeling. Le varie alternative per il trattamento delle macchie cutanee hanno indicazioni specifiche, che devono essere valutate dallo specialista nel corso della visita, in modo da individuare la soluzione migliore per ogni caso specifico:

– Il laser Q-Switched è in grado di eliminare le macchie grazie al suo potentissimo raggio, che opera una fotoablazione superselettiva, ossia distrugge esclusivamente le particelle di pigmento (che una volta disgregate sono eliminate fisiologicamente dall’organismo) senza ledere in alcun modo i tessuti sani.
Le sedute sono indolori e di breve durata, i tempi di recupero sono brevi e con scarsi effetti collaterali.

– I peeling chimici provocano l’esfoliazione degli strati superficiali della cute e ne stimolano la rigenerazione. In questo modo, oltre a svolgere un’azione di ringiovanimento naturale della pelle, con la formazione di nuovo collagene, attenuano il cosiddetto “photoaging”, caratterizzato da ispessimento della cute, pigmentazione irregolare, macchie e capillari.
Quando si tratta di peeling medi o superficiali di solito non è necessaria anestesia, le sedute sono di breve durata e non richiedono tempi di recupero; i peeling profondi, più invasivi, oggi sono quasi sempre sostituiti dal laser CO2, per il “resurfacing” non ablativo del volto.

 

 

– Il trattamento Dermamelan® è un peeling chimico che agisce direttamente sul processo di formazione del pigmento nella cute, inibendo la produzione dell’enzima responsabile della melanogenesi, la tirosinasi. E’ indicato per le macchie cutanee in generale e per il cloasma post gravidico. La sua azione non si limita alla riduzione delle macchie ma dà anche un miglioramento del tono e della luminosità della pelle.
Il trattamento Dermamelan® prevede l’applicazione di una “maschera” che il paziente deve mantenere da 6 a 8 ore, continuando a svolgere le normali attività. L’eccesso può essere rimosso a casa propria con acqua e sapone neutro.
In seguito è prevista una fase di mantenimento, con applicazione quotidiana di una crema specifica e un prodotto idratante con schermo solare, al fine di rafforzare l’azione del principio attivo.

-Il Laser CO2 frazionato è in grado di attenuare molte delle antiestetiche lesioni pigmentate della pelle. Il suo raggio compie una “vaporizzazione selettiva” degli strati superficiali della cute, eliminando gli accumuli melanici e lasciando intatti i tessuti sani. Spesso è sufficiente un solo trattamento, ma in alcuni casi sono necessarie due/tre sedute ambulatoriali, intervallate da periodi di recupero. Fra una seduta e l’altra la cute si normalizza gradualmente ed avviene una spontanea riepitelizzazione, ovvero formazione di “nuova” pelle, dalla texture compatta e dal colorito uniforme, complessivamente ringiovanita.

CONTATTAMI

Nel mio ambulatorio a Firenze, in via Fra Bartolommeo 22,
potremo valutare e individuare insieme il trattamento ideale per attenuare o cancellare del tutto le macchie cutanee
CONTATTAMI PER UNA VISITA PRELIMINARE 

DAL NOSTRO BLOG

Mastoplastica additiva e cicatrici, come trattarle dopo l’intervento

L'intervento di aumento del seno comporta piccole cicatrici che, gestite in modo corretto, diventano quasi impercettibili dopo la guarigione. Ecco le regole da seguire per ottenere il miglior risultato e evitare complicanze.
Read More
Mastoplastica additiva e cicatrici, come trattarle dopo l’intervento

Come dormire e altri consigli per il decorso dell’addominoplastica

L'intervento di addominoplastica richiede attenzione durante la convalescenza perché la guarigione sia rapida e il risultato ottimale, il modo in cui il paziente dorme è molto importante in questa fase.
Read More
Come dormire e altri consigli per il decorso dell’addominoplastica

Dopo l’addominoplastica si ingrassa?

L'intervento di addominoplastica rimodella l'addome in modo definitivo, per mantenere il risultato ottenuto è indispensabile seguire uno stile di vita corretto e evitare ingenti aumenti di peso
Read More
Dopo l’addominoplastica si ingrassa?

Mastoplastica riduttiva: esistono rischi e complicanze?

L'intervento di riduzione del seno si effettua nei casi in cui il volume eccessivo delle mammelle crei problemi fisici e psicologici alla paziente
Read More
Mastoplastica riduttiva: esistono rischi e complicanze?

Aumento del seno: mastoplastica additiva o lipofilling?

La mastoplastica additiva con protesi ed il lipofilling sono le due alternative chirurgiche per aumentare il volume del seno, come scegliere la procedura più adatta?
Read More
Aumento del seno: mastoplastica additiva o lipofilling?

Lipofilling del seno: cosa accade nel post-operatorio?

Come agisce la carbossiterapia su grasso, cellulite e tono della pelle
Read More
Lipofilling del seno: cosa accade nel post-operatorio?

Qual è l’età minima e quella ideale per la rinoplastica?

Qual è il momento migliore per correggere un difetto del naso vissuto con disagio?
Read More
Qual è l’età minima e quella ideale per la rinoplastica?

La mia recensione su “Perle”, l’ultima generazione di protesi mammarie

Una nuova protesi mammaria con tecnologia (R)evolutionary BioQ -surface offre la massima sicurezza e naturalezza del risultato.
Read More
La mia recensione su “Perle”, l’ultima generazione di protesi mammarie

Mastoplastica additiva, cosa non fare dopo l’intervento

Molte pazienti vogliono sapere come ottimizzare la guarigione e il risultato dell'intervento, seguendo poche, semplici regole durante la convalescenza.
Read More
Mastoplastica additiva, cosa non fare dopo l’intervento

Gli interventi di chirurgia e medicina estetica in tempi di Coronavirus

Con voi ogni giorno, con il sorriso di sempre, osservando le regole per salvaguardare la salute di tutti.
Read More
Gli interventi di chirurgia e medicina estetica in tempi di Coronavirus
X

    * Dato obbligatorio

     

    Nome e Cognome *

    Indirizzo Email *

    Telefono

    Provincia *

    Messaggio

    "Inviando il presente modulo autorizzo il trattamento dei miei dati personali come da regolamento generale sulla protezione dati e del D.Lgs. 101/2018"

    Preferenze Privacy
    Quando visiti il ​​nostro sito Web, è possibile che vengano archiviate informazioni tramite il browser da servizi specifici, solitamente sotto forma di cookie. Qui puoi modificare le tue preferenze sulla privacy. Tieni presente che il blocco di alcuni tipi di cookie potrebbe influire sulla tua esperienza sul nostro sito Web e sui servizi che offriamo.