Per chi è indicata la liposuzione a ultrasuoni senza bisturi

Sconfiggere le adiposità localizzate con gli ultrasuoni: un’alternativa alla liposuzione?

Nella guerra all’adipe localizzato la liposuzione non è l’unica strategia vincente.
I pazienti che per motivi di salute o per scelta personale non vogliono ricorrere alla chirurgia possono contare sulle apparecchiature medicali a ultrasuoni, oggi sempre più efficaci e sicure, che permettono in molti casi di ottenere risultati di tutto rispetto.
***
Il trattamento ambulatoriale di elezione per eliminare gli accumuli di adipe e rimodellare varie parti del corpo si chiama cavitazione.
La cavitazione non offre un risultato drastico e immediato, in un’unica seduta, come invece avviene con la liposcultura, ma prevede un ciclo di almeno 6 sedute, che generalmente su svolgono con cadenza settimanale.
Questa metodica, se effettuata da personale esperto e competente con apparecchiature medicali di ultima generazione, risulta estremamente efficace, in special modo se il paziente abbina al trattamento una dieta adeguata e una leggera attività fisica.

Ogni seduta di cavitazione dura circa un’ora, è indolore e si effettua con uno speciale manipolo che diffonde nell’area da trattare ultrasuoni a bassissima frequenza. Le cellule adipose colpite dagli ultrasuoni si “svuotano”, provocando la fuoriuscita di acidi grassi, che vengono gradualmente metabolizzati dall’organismo nelle ore e nei giorni seguenti.
Generalmente, con un ciclo di trattamenti è possibile ottenere risultati ottimi e duraturi, in modo graduale e senza la necessità di interrompere le normali attività.

Per maggiori informazioni consulta la pagina dedicata alla cavitazione per cellulite e adiposità, o chiedi una consulenza personalizzata a Firenze al Dott. Quercioli.