Prenota un appuntamento

Fili di trazione viso: ci sono rischi o effetti collaterali? Pro e contro

26 Giugno 2018 Scritto da Fabio Quercioli
Fili di trazione viso: ci sono rischi o effetti collaterali? Pro e contro

I fili di trazione e biorivitalizzazione  permettono di ottenere, con una semplice seduta ambulatoriale, un risultato estetico di grande effetto. I vantaggi non si limitano all’immediato  “effetto lifting” , ottenuto grazie alla lieve trazione dei tessuti, ma proseguono nelle settimane successive all’applicazione, grazie all’effetto biostimolante dei materiali di cui i fili sono composti, con miglioramento del tono e della compattezza della cute del viso e di altre  aree del corpo dove i fili sono stati applicati. Gli speciali “fili di sutura” utilizzati per questo trattamento sono del tutto biocompatibili e riassorbibili, si applicano con una procedura indolore e priva di rischi,  a condizione che siano rispettati alcuni importanti requisiti:

  • competenza ed esperienza del medico che effettua il trattamento
  • idoneità dell’ambiente in cui si effettua il trattamento
  • sterilità e ottima qualità dei materiali utilizzati
  • massima attenzione alle raccomandazioni del medico nel periodo post trattamento

Quali sono i pro e i contro al trattamento con fili di trazione per il viso? 

Come qualunque procedura di medicina estetica, anche l’applicazione dei fili di trazione al viso deve essere preceduta da una visita preliminare, volta ad accertare se il paziente è idoneo al trattamento e a valutare i pro e contro legati a sue caratteristiche specifiche. L’applicazione dei fili, ad  esempio, può donare un ottimo risultato estetico se il paziente ha un tessuto cutaneo sufficientemente spesso, per contro una pelle molto sottile potrebbe rivelare in alcuni punti la presenza del filo.  Anche la tendenza a sviluppare edema persistente può rendere il trattamento sconsigliabile. L’applicazione dei fili non può essere effettuata in caso di malattie autoimmuni gravi, gravidanza e allattamento, presenza nell’area da trattare di materiali non riassorbibili da precedenti interventi, allergia o ipersensibilità ai componenti delle suture. 

Come prevenire eventuali effetti indesiderati del trattamento di fili di trazione per il viso

Abbiamo visto che il trattamento con fili di trazione per il viso deve essere eseguito da uno specialista esperto e in un ambiente idoneo, al fine di ridurre la possibilità di eventuali effetti indesiderati. E’ altrettanto importante attenersi nei giorni successivi al trattamento alle raccomandazioni del medico, sia per ottenere il miglior risultato estetico che per velocizzare il processo di guarigione e il ritorno alla normalità dei tessuti. Assumere, se previsto, un antibiotico per via orale, evitare trattamenti estetici, massaggi, sfregamenti del viso, esposizione a fonti di calore (come luce solare, lettini abbronzanti, sauna), dormire supini con la testa sollevata da più cuscini. Anche i trattamenti odontoiatrici (che comportano uno sforzo dei muscoli mimici e dei tessuti facciali) vanno rimandati di tre settimane almeno.
Il trattamento con fili per il viso con richiede l’interruzione della vita sociale e lavorativa, ma il consiglio è evitare per alcuni giorni sport e attività che potrebbero esporre l’area trattata al rischio di traumi.

In quali casi è consigliato il trattamento con fili di trazione per il viso?

La visita preliminare è indispensabile anche per verificare se il paziente ha le indicazioni per il trattamento con fili di trazione e biorivitalizzazione viso.  Questi fili infatti sono indicati in particolar modo per pazienti intorno ai 40/50 anni, con un grado medio di lassità dei tessuti, che hanno la necessità di ridefinire il bordo mandibolare e sollevare l’area zigomatica, anche per contrastare il rilassamento e l’eccesso di cute nel collo. Se non ci sono i requisiti per poter ottenere un bel risultato estetico attraverso l’inserimento dei fili, è preferibile optare per altri trattamenti di medicina estetica. 

 

Dott Fabio Quercioli

Il Dott. Fabio Quercioli ha conseguito la Laurea in MEDICINA E CHIRURGIA presso l’Università di FIRENZE il 20/03/2006. Si è specializzato in CHIRURGIA PLASTICA E RICOSTRUTTIVA nell’anno 2010, con il massimo dei voti e lode.

Svolge attualmente attività privata presso il suo Studio, in Via Fra Bartolomeo 22 a Firenze.

Il Dott. Quercioli mette a disposizione dei pazienti la sua preparazione ed esperienza, per offrire risultati estetici armoniosi, naturali e non stereotipati. Nella sua attività ambulatoriale e chirurgica si avvale esclusivamente dei migliori materiali, prodotti e macchinari in commercio, per tutelare la sicurezza dei pazienti e ottenere e risultati di eccellenza.